ginnastica como
Ginnastica Artistica a Como

Ginnastica Artistica

E' una disciplina olimpica, sia maschile che femminile. Il ginnasta deve essere dotato di forza e velocità, elevazione e mobilità articolare, qualità che si sviluppano con il regolare allenamento. Gli attrezzi femminili olimpici sono quattro: volteggio, parallele asimmetriche, trave di equilibrio e corpo libero che viene eseguito con l'aggiunta di una base musicale.

 

Volteggio

La tavola del volteggio per le competizioni femminile è posta ad un’altezza di m. 1,25. Il valore del salto è in relazione alla sua difficoltà. Le ginnaste eseguono uno o due salti in funzione della tipologia di gara e le evoluzioni prima e dopo il volo devono essere eseguite con il perfetto controllo del corpo. 

Parallele

Le parallele asimmetriche si compongono di due sbarre in fibra di vetro ricoperte da un leggero strato di legno e poste parallelamente a diverse altezze. L’esercizio si compone di salti, rotazioni nei passaggi in verticale con cambi di impugnature, passaggi da uno staggio all’altro e si conclude con un elemento acrobatico che deve essere controllato al contatto con il suolo.

Trave

Forse la specialità più difficile della ginnastica artistica femminile è la trave, larga 10 cm e lunga 5 metri, posta ad un’altezza di m. 1,05 dal bordo superiore dei tappeti. Gli esercizi devono includere una serie di elementi acrobatici, come salti, giri, passi, combinati tra loro. L’atleta deve utilizzare tutta la lunghezza dell'attrezzo, esprimendo allo stesso tempo eleganza, flessibilità, sicurezza e controllo. Il tempo massimo per l'esecuzione è di 1 minuto e 30 secondi.

Corpo libero

Accompagnato dalla musica, l’esercizio a corpo libero è un mix di movimenti di danza ed elementi acrobatici. I vari movimenti variano a seconda del tempo e dell’intensità della musica, muovendosi su di una pedana quadrata di 12 metri per lato. Individualità, originalità, padronanza e qualità artistica sono i principali ingredienti per un ottimo punteggio.